Pages Navigation Menu

Blog di ricette senza glutine

Latte alla portoghese

Latte alla portoghese

Era già da un po’ di tempo che il papà del mio ragazzo faceva la voglia di mangiare il Latte alla portoghese (anche chiamato Fiordilatte bolognese). Io non l’avevo mai assaggiato e così ho provato a cimentarmi, il risultato è stato ottimo!
La ricetta è quella di Pellegrino Artusi, che ho copiato pari pari. Per la cottura finale ho scelto di usare il forno perchè, come è spiegato bene qui, nella ricetta originale dell’epoca veniva cotto sul fornello in una pentola chiusa, con le braci sopra per scaldare bene anche la parte superiore. Ecco, le braci non me la sono sentita di utilizzarle, per cui ho optato per il forno :p
L’unica cosa su cui non mi sono trovata d’accordo sono le porzioni: secondo l’Artusi sono per 10 persone, a noi sono bastate a malapena per 6 (ma forse è perchè siamo golosi)!

Secondo l’Artusi, questa ricetta è molto simile al latte brulée, anche se cambia un po’ il procedimento (da non confondere con la crema catalana, che invece non va cotta in forno).

Ho anche cercato di capire se latte alla portoghese e creme caramel sono la stessa cosa. Secondo me, visto il gusto, no, anche se molti dicono di si. In effetti sono quasi identici…
Io il creme caramel lo faccio con la ricetta di Montersino, e l’unica differenza è che il latte cuoce meno e che le uva sono usate intere. Potrei sbagliare ma mi sembra che il latte alla portoghese sia più “latte” e il creme caramel più “crema”, sia nel gusto che nel colore. La differenza è comunque poca.

icona-ingredienti

Ingredienti:

  • 1 litro di latte intero
  • 180 g di zucchero
  • 8 tuorli
  • 2 albumi
  • 1 bacca di vaniglia o qualche chicco di caffè tostato e macinato

icona-tempo

Tempo di preparazione:

  • 10 minuti preparazione
  • 2 ore cottura

icona-piatto

Dosi per:

  • 6 persone
Procedimento:

  • In un pentolino far bollire il latte, insieme all’aroma scelto, per un’ora. Ogni tanto mescolare e rimuovere la pellicina che si forma in superficie; alla fine dovrà dimezzare il suo volume. Lasciar raffreddare.
  • Sciogliere 80 g di zucchero in pentolino, e lasciarlo cuocere finchè non diventa completamente liquido e di colore leggermente ambrato (attenzione a non lasciarlo bruciare)!

Caramello

  • Sbattere le uova con i rimanenti 100 g di zucchero e aggiungere il latte ormai freddo, filtrandolo per rimuovere ogni residuo solido.
  • Versare nello stampo prima il caramello distribuito uniformemente e poi il latte.

Cottura a bagnomaria latte alla portoghese

  • Cuocere a bagnomaria in forno già caldo a 160 gradi per 1 ora (finchè uno stuzzicadenti, piantato nel dolce, non ne uscirà pulito).
  • Quando è completamente freddo, capolvogerlo in un piatto e lasciarlo riposare in frigorifero fino al momento di servirlo.

Latte alla portoghese
Se questa ricetta ti è piaciuta, prova anche:

 

12 Comments

  1. Rimango di stucco, anche io mio babbo adora il latte alla portoghese e usa la ricetta dell’Artusi! che bei ricordi che mi fai venire, lo mangiavo spesso quando vivevo ancora con i miei.

  2. Francesca

    Ciao Giulia :) A quanto pare questa ricetta tende a restare nei ricordi di molte persone, sono contenta di averti fatto tornare questo pensiero!
    E’ un dolce davvero molto buono!

  3. Ciao Franci! Il tuo blog è davvero super elegantissimo, mi viene voglia di leggere tutte le tue ricette. Devo dire che nonostante tutto non ti fai mancare niente (e per fortuna!). Un bacione e saluta pure Matteo;)

  4. Francesca

    Ciao Maria!! Grazie, sono stata davvero felicissima di averti conosciuta ;) Spero di rivederti presto, un bacione grande!

  5. solo a veder la foto mi vien voglia di allungare il cucchiaio e prenderne un boccone enorme, anche se ingorda come sono allungherei più la palettina per la torta e farmene una porzione enorme, buonissimo. aci

  6. Francesca

    Concetta se vuoi favorire te ne offro volentieri un po’ ;)

  7. Che bello e che buono dev’essere.
    E’ una vita che voglio farlo e ora tu mi farai decidere :)
    Un abbraccio e bentrovata!

  8. Francesca

    Ciao Annalisa :) Mi fa molto piacere, spero che ti piaccia!
    Un bacione grande

  9. Mi spiace informarvi che questa è la ricetta sbagliata, infatti non è quella del “latte alla portoghese” ma bensì quella di un tipico dolce emiliano, il “latte brulè”, entrambe le ricette riportate sull’Artusi ma ben diverse tra loro nella preparazione, comunque come dolce è meglio questo che il latte alla portoghese, quindi chiamatelo col nome giusto ma mangiatevi questo ottimo dolce.

  10. Questo dolce non e l’originale.se volete posso insegnarvelo.anna

  11. Io sono intollerante al latte, oltre che alla farina di grano: secondo te posso farlo con il “latte” di soia?

  12. Francesca

    Ciao Alessandra!
    Il latte di soia è molto diverso… Non so come può rendere questa preparazione preparata con un ingrediente diverso…
    Ma se provi facci sapere come viene :)

Trackbacks/Pingbacks

  1. Torta alle noci di Pellegrino Artusi | Una cucina tutta per sé - [...] aver preprato il latte alla portoghese di Pellegrino Artusi ho continuato a sfogliare il suo libro, “La scienza in …

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>