Spaghetti integrali alla carbonara

Pasta alla carbonara senza glutine

Era da un pezzo che non si vedevano ricette per la pasta senza glutine in questo blog. In effetti, non c’è molto da dire: nella maggior parte dei casi basta fare tutto quello che si farebbe normalmente, ma usando la pasta senza glutine.
In questi giorni, però, dopo l’ennesimo commento dei colleghi sulla carbonara ne avevo più voglia del solito (in cinque anni all’estero ne ho viste di ogni, da chi la fa con la panna o con la cipolla o con il macinato, a chi taglia gli spaghetti col coltello o li rompe prima di cuocerli).

Spaghetti integrali senza glutine alla carbonara

Tempi di preparazione: 10 minuti di preparazione, 10 minuti di cottura.

Ingredienti per 2 persone

180 g di spaghetti senza glutine di riso integrale
2 cucchiai di pecorino romano
2 uova a temperatura ambiente
80 g di guanciale
sale grosso
pepe

Procedimento

Far bollire l’acqua in una pentola capiente. Quanto raggiungere il bollore, aggiungere un cucchiaino di sale e buttare la pasta.
Nel frattempo, tagliare il guanciale a piccole listarelle e rosolarle in padella a fiamma media.
Mentre cuociono, in una ciotola sbattere le uova con il pecorino grattugiato finemente e una spolverata abbondante di pepe. C’è chi usa solo gli albumi, chi uova intere mescolate ad albumi, io in genere metto un uovo intero per persona. Chi non si sente inibito dall’arrivo delle feste di Natale e conseguenti mangiate allo sfinimento, può aggiungere alla salsa anche un po’ del grasso che nel frattempo si sarà sciolto dalla cottura guanciale.
Quando la pasta è cotta, metterla con un forchettone direttamente nella ciotola con il condimento e mescolare bene. Non importa scolarla troppo, un po’ di acqua cottura aiuterà a formare una salsina cremosa.
Aggiungere il guanciale, un’ultima spolverata di pepe e servire subito.

Spaghetti senza glutine integrali alla carbonara

1 Condivisioni


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.