Pasta frolla senza glutine per crostate e biscotti

Pasta frolla senza glutine
La pasta frolla senza glutine la preparo da diversi anni, e per i miei dolci non manca mai.
Per quanto mi piaccia molto sperimentare, ora delle fine le crostate sono tra i miei dolci preferiti e i biscotti di pasta frolla sono sempre superlativi!
Nel tempo l’ho provata in tante versioni, e volevo riassumere qui tutte le ricette che ho provato e il procedimento di base per farla.
 

Ricette per la pasta frolla senza glutine

La mia preferita è la pasta frolla di Montersino, che lui prepara con glutine ma che ho scoperto trasformarsi perfettamente in versione senza glutine semplicemente cambiando la farina.
Io di solito utilizzo la farina Mix It! oppure il preparato per dolci Senz’Altro o ancora la farina per dolci L’Altro Gusto. L’ho provata in tutte e 3 le versioni e sono tutte molto buone.
La farina Mix It! si trova facilmente in tutti i supermercati e per questo spesso ne ho in casa, ma rende bene soprattutto per i dolci lievitati perchè li rende molto soffici. Nelle crostate, invece, rende l’impasto leggermente “sbricioloso” e fa fatica a legare.
A volte la preparo comunque così perchè è molto buona e perchè non sempre ho tutte le farine in dispensa, altrimenti vi consiglio di usare un preparato per dolci. Il caso della pasta frolla, in genere, è l’unico caso in cui preparo dolci utilizzando dei preparati invece di un mix di farine naturalmente senza glutine come faccio in genere per i dolci lievitati.
Però, se volete fare una buona pasta frolla anche con la Mix It! oppure con altre farine naturalmente senza glutine (come farina di riso, fecola di patate e amido di mais) è possibile far legare meglio l’impasto aggiungendo a queste dosi 4 g di xantano (si può chiedere in farmacia), come suggeriscono le due due autrici di “Un cuore di farina senza glutine”. In questo modo si ottiene comunque un risultato perfetto.
Queste sono le dosi per preparare la pasta frolla.

Pasta frolla di Montersino in versione senza glutine

  • 250 g farina per dolci senza glutine
  • 150 g burro
  • 100 g zucchero a velo *
  • 40 g tuorlo (2 grandi)
  • scorza di limone
  • un pizzico di sale

* questi alimenti sono a rischio e bisogna controllare l’etichetta o che verificare che siano presenti nel prontuario dell’Associazione Italiana Celiachia

La pasta frolla con solo 2 tuorli, però, è molto buona ma è anche più difficile da lavorare, soprattutto le prime volte. Per chi vuole essere quindi sicuro di legare bene l’impasto, può provare anche queste ricette con anche una parte di albume, che contribuisce a compattare bene l’impasto.
Sono le ricette che consiglio soprattutto a chi deve preparare biscotti e crostatine, perchè in questo modo è sicurissimo che l’impasto regga bene e che, una volta cotto, non si sbricioli quando lo si prende in mano.

Pasta frolla senza glutine

  • 450 g di farina senza glutine per dolci
  • 140 g di zucchero
  • 110 g burro
  • 2 uova

Pasta frolla senza glutine 2*

  • 300 g di farina senza glutine per dolci
  • 2 tuorli + 1 uovo intero
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di burro

* Ringrazio Marcella di “Celiaca per amore” per avermi fatto provare anche questa alternativa
 

Procedimento per preparare la pasta frolla senza glutine

A mano: disporre la farina sul piano di lavoro, aggiungere lo zucchero, il pizzico di sale e mescolare bene sfregando con le mani.
Creare un vulcano con la farina attorno e un buco in mezzo. Al centro mettere i tuorli e il burro (rigorosamente freddo di frigo) spezzettato.

Lentamente amalgamare il tutto con la farina, partendo dal centro e continuando ad aggiungerla fino ad ottenere un impasto morbido ma compatto. Lavorare giusto quel poco che basta perchè sia omogeneo (se lavorato troppo si rovina), formare un panetto e lasciarlo riposare in frigo per almeno un’ora, coperto con la pellicola.
Con l’impastatrice: mettere tutti gli ingredienti nella ciotola e mescolare a velocità media con la frusta “a foglia”. Si formeranno prima delle piccole briciole, e poi l’impasto legherà diventando un panetto unico. Fermare subito la macchina (se lavorato troppo, l’impasto si rovina), formare un panetto e lasciarlo riposare in frigo per almeno un’ora, coperto con la pellicola.
Conservazione: l’impasto si può conservare in frigorifero anche per alcuni giorni prima di utilizzarlo per preparare un dolce, oppure si può congelare e riutilizzarlo più avanti. Per scongelarlo, basta spostarlo in frigorifero alcune ore prima di utilizzarlo.
 

Ricette con la pasta frolla senza glutine

Ma passiamo quindi alla parte più interessante! Una volta preparata la pasta frolla, come utilizzarla?
Ecco qualche spunto :)

Crostate senza glutine

Per queste crostate va benissimo una qualsiasi delle ricette indicate per la pasta frolla, io in genere uso sempre la prima.
Crostata senza glutine alla marmellata Crostata pere e cioccolato Crostata mele e mandorle Crostata ciliegie e ricotta Crostata al cioccolato Crostata nutella e banane

Crostatine senza glutine

Per le crostatine, io preferisco usare o la prima ricetta con i preparati per dolci, oppure la versione con aggiunta di xantano. Questo perchè l’impasto di base deve essere ben solido e compatto.
Crostatine alla nutella Crostatine senza glutine alla banana

Biscotti di pasta frolla senza glutine

Come per le crostatine, anche quando preparo i biscotti preferisco usare la prima ricetta con i preparati per dolci oppure con aggiunta di xantano, per essere sicura che l’impasto rimanga compatto.
Biscotti di Natale senza glutine Biscotti di pasta frolla senza glutine alla nutella
Spero che questo racconto della mia esperienza personale con la pasta frolla vi sia stata utile, siete liberi di aggiungere consigli, opinioni e le vostre esperienze nel commenti :)



7 thoughts on “Pasta frolla senza glutine per crostate e biscotti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.